Tu sei qui

I mestieri di un tempo

Il cantastorie

Qualche settimana fa la maestra ci ha assegnato un compito: cercare notizie sui lavori di un tempo, quelli che oggi non si svolgono più. Una signora anziana del mio paese mi ha raccontato di un antico mestiere: il cantastorie. Queste persone giravano di paese in paese e raccontavano nelle piazze le storie di cronaca perché tanti anni fa,  nei piccoli centri,  non arrivavano i giornali. Il cantastorie viaggiava a piedi o chiedeva un passaggio sul traino; portava con sé i manifesti su cui erano rappresentate le scene della storia da raccontare. La signora mi ha detto che arrivava circa una volta al mese, appendeva il manifesto ad un muro e cominciava a raccontare la storia cantando in strada le strofe e indicando con un bastone le scene disegnate. Alla fine passava con il cestino a e chiedeva un’offerta.
Lei ricorda a memoria una parte di una vicenda accaduta a Salerno intorno al 1939/40 che raccontava di una ragazza che aveva ucciso i suoi genitori perché non volevano farla sposare col suo innamorato.
La signora Maria me l’ha cantata e io ve la racconto:

Nei dintorni di Salerno
abitava una famiglia:
padre, madre e quattro figli,
tutti pieni di bontà.
Una di questi figli
Carmela si chiamava...
E al padre palesava
di volersi maritar.
Ma il padre non era contento
di tale giovanotto …
La figlia piangeva a morte
di volersi maritar ….”

E poi la Signora Maria non la ricorda più …..

Angelotti Francesco classe 4^ A S. Anna

Tags: 

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questo è un test antispam per verificare se la registrazione viene fatta da una persona fisica a da una macchina.
3 + 12 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.