Tu sei qui

Due epoche a confronto

Sabato 3 febbraio 2018 noi ragazzi delle classi terze ci siamo recati a Bari, per prendere visione dello spettacolo in   lingua francese Saint-Germain-des-prés, trascorrendo una bellissima giornata. Ci siamo ritrovati tutti alle otto e trenta per iniziare insieme questa bellissima avventura. Il viaggio, inutile parlarne, è stato come tutti un insieme di risate e allegria, persino i professori non si sono annoiati. Dopo un’ora e mezza passate in fibrillazione, arriviamo alla nostra meta e rimaniamo folgorati dalla bellezza del teatro. Lo Showville, una gigantesca struttura che ci ha offerto un gran numero di servizi e ci ha permesso non di fare la solita merenda tra i banchi di scuola ma in un meraviglioso spazio all’aperto. Dopo un’ora passata a confrontarci fra di noi il teatro ha aperto le sue porte permettendo a noi ragazzi di tutte le età di prendere posto e attendere con pazienza l’inizio dello spettacolo. Che dire, esso ci ha ipnotizzato sin da subito, per la sceneggiatura, per la trama, per le canzoni, per i personaggi per non parlare poi del segno che ha lasciato dentro ognuno di noi. Questo bellissimo spettacolo tratta un argomento molto bello e importante, quello di due epoche a confronto, da una parte c’è Gabriel, un giovane barista con la passione per la musica, a volte si sente triste e insoddisfatto, ma sarà proprio questo viaggio nel passato a fargli capire un sacco di cose, dall’ altra parte abbiamo un gruppo di ragazzi: Zaza, Flore, Pierre e Andre, che vivono nell’epoca del secondo dopoguerra, la loro paura è grande, c’è la paura che possa scoppiare un’altra guerra, la paura di perdere qualche amico o familiare, ma nonostante ciò c’è il dialogo fra le persone, c’è uno scambio di sguardi, cosa che nel 2017 non esiste quasi più. Gabriel capisce così che il vero essere indeciso fra due cose non è un grande problema, perché ci sono state persone che una scelta in più non l’hanno avuta. I suoi nuovi amici l’hanno aiutato a riavere fiducia in se stesso e grazie a Zaza ora crede nuovamente nell’amore. Egli fa ritorno nel 2017 sentendo dentro di lui la presenza degli amici trovati nel passato. Con la conclusione dello spettacolo, si è conclusa anche la nostra fantastica giornata, abbiamo fatto ritorno a casa con il cuore arricchito di insegnamenti. Questa è stata un’esperienza bellissima che non dimenticheremo mai, anche grazie ai fantastici docenti che ci hanno accompagnato: la nostra coordinatrice, la prof. Di Cataldo, la professoressa Galotta, la professoressa Craca e il professor De Bernardo.

Menna Francesca e Bisceglia Marina di 3°

 

Tags: